lunedì 30 aprile 2012

Angelo Infanti




Noto per i suoi ruoli nei primi film di Carlo Verdone: «Borotalco» del 1981 (nel quale interpretava l'indimenticabile Manuel Fantoni)  e  «Bianco, rosso e Verdone» del 1982. Il suo nome era legato anche alla serie di «Emanuelle nera» di Joe D'Amato ma aveva recitato anche con grandissimi registi: da Francis Ford Coppola nel «Il Padrino» (era il killer Fabrizio) a Luchino Visconti ne «Il Gattopardo», a Claude Chabrol in «All'ombra del delitto».








Tra gli anni Settanta e gli anni Ottanta si era dedicato prevalentemente al cinema italiano di genere, girando diversi «sexploitation», i poliziotteschi e alcuni thriller. Era molto amico di Bud Spencer con cui aveva girato tre film: «Piedone lo sbirro», «Piedone d'Egitto» e «Il soldato di ventura». Dagli anni '90 si era dedicato prevalentemente alle fiction tv, partecipando a serie di grande successo, da «Don Matteo» a «Gente di mare«. Tra gli ultimi film che aveva interpretato figurano «Il seme della discordia» di Pappi Corsicato, «Ex» di Fausto Britti e «Letters to Juliet» di Gary Winick.
Muore il 12 ottobre 2010 in seguito ad un infarto in uno ospedale di Tivoli. Era nato a Zagarolo 71 anni prima, paese dove abitò sempre con la sua famiglia.








VECCHIA ROMA cantata dai "coreAcore"