venerdì 11 novembre 2011

La neve d'agosto




La basilica di Santa Maria Maggiore é nota anche come Santa Maria della Neve (ad nives) per via di una leggenda risalente al 352.
Tra il 4 e il 5 agosto di quell’anno la Madonna apparve contemporaneamente a Papa Liberio e al nobile romano Giovanni Patrizio assieme alla moglie, chiedendo loro di erigerle un tempio nel luogo in cui la mattina seguente avrebbero trovato neve fresca.
All’inizio credettero si fosse trattato di un’allucinazione. Come dar loro torto? Da queste parti non nevica d’inverno, figuratevi d’estate.
Invece, proprio quella notte ci fu una grande nevicata al centro di Roma, sul colle Cispio all’Esquilino. Per celebrare il prodigio fu costruita in quella zona la basilica più grande e magnifica di quelle dedicate alla Madonna.



Il papa stesso tracciò il perimetro dell'edificio e la chiesa fu costruita a spese dei due coniugi, divenendo nota come chiesa di Santa Maria "Liberiana" o popolarmente "ad Nives".
Ancora oggi, ogni 5 agosto, nella cappella dedicata alla vergine, una nevicata di petali di fiori bianchi ricorda il miracolo da cui sorse la basilica.

Nessun commento:

Posta un commento

VECCHIA ROMA cantata dai "coreAcore"