mercoledì 28 settembre 2011

Fantasmi in Via del Governo Vecchio

A partire dall’11 maggio 1861 una stretta palazzina grigia di via del Governo Vecchio 57 fu il palcoscenico di una serie di fenomeni paranormali. Piatti che volavano, coperte che decollavano dai letti e planavano per la stanza, sedie che si spostavano, materassi che si arrotolavano da soli, bottiglie che si infrangevano sui muri, suoni di catene trascinare e gatti neri dagli occhi di fuoco che scendevano dal camino! Il padrone di casa, un funzionario pubblico che pare si chiamasse Tromba, ormai disperato, chiese aiuto ad un prete che tentò di porre fine a questi fenomeni, ma a quanto pare i “fantasmi” non gradirono la sua presenza, né l’esorcismo fatto con la “zaffetica”, questa sostanza a sostanza a base di zolfo, che emanava un terribile odoraccio, si diceva potesse cacciare via le presenze cattive ed il prete si trovò costretto a darsela a gambe. Terrorizzata, la famiglia che abitava l’appartamento se ne andò via e porte e finestre vennero murate. La casa che fu dichiarata "maledetta" dagli amministratori papalini.
Ma i fenomeni continuano ancora oggi. Pochi anni fa un gattino, giocherellando, entrò nell’appartamento misterioso attraverso una fessura nel muro e non riusciva più a venirne fuori. I padroni del gattino, vicini dell’appartamento “infestato”, chiamarono i pompieri per recuperare il micio che venne salvato! La gente che era fuori cominciò a domandare ai pompieri come fosse fatta la casa degli spiriti, ma il pompiere che vi era entrato rispose semplicemente che era una casa deserta e tranquilla ove c’era un odoraccio.
Una piccola curiosità: Via del Governo Vecchio ha questo nome perché, tempo fa, c’erano gli uffici del governo pontificio. Oggi se qualcuno volesse abitare nella “casa degli spiriti” probabilmente non pagherebbe nemmeno le tasse perché la casa non è registrata all’ufficio del catasto e quindi… formalmente non esiste. Ma pare che nessuno abbia il coraggio di farlo.
 
Da questo fatto deriva il modo di dire "andare via in tromba"....

3 commenti:

  1. Salve, complimenti per il blog :) Sarei interessato a qualche altra informazione su questo post, c'è un contatto di riferimento a cui posso scrivere?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questa storia mi fu raccontata da una guida turistica che organizzava visite guidate per la città...e quando raggiungemmo via del Governo Vecchio, dietro piazza Navona, raccontò questo strano fatto....è tutto quello che sò....ciao e grazie per i complimenti....Fabrizio

      Elimina

VECCHIA ROMA cantata dai "coreAcore"