mercoledì 29 giugno 2011

Rione XVII - Sallustiano



Nello stemma lo specchio di Venere Ericina d'oro su sfondo azzurro in onore del omonimo tempio che si trova nel rione. Superficie: mq 261.371.
Il nome deriva da una bellissima e sontuosa dimora fra il Pincio e il Quirinale nota col nome di Horti Sallustiani ("Giardini sallustiani"), dal nome dei grandiosi giardini (hortus significa infatti giardino) che circondavano il suo palazzo, fatta erigere da Gaio Sallustio Crispo, senatore della Roma Repubblicana.
La villa doveva essere talmente bella che diversi imperatori come Vespasiano, Tito e Nerva, la vollero come dimora, preferendola ai palazzi imperiali del Palatino.
Oggi della villa ne rimane davvero poco e i resti si possono ammirare nell'omonina piazza a 14 metri di profondità.

Nessun commento:

Posta un commento

VECCHIA ROMA cantata dai "coreAcore"